Olimpiadi: Occhiuzzi d’argento nella sciabola, Forciniti bronzo nel Judo

di Gabriele Ferruccio

Ok, l’inizio era stato splendido. 5 medaglie al primo giorno erano un sogno. Ma, poi, ci hanno pensato un fantastico Diego Occhiuzzi e la bad girl (come si è rinominata lei stessa) Rosalba Forciniti ha rinvigorire il nostro orgoglio italiano. Se quello di Occhiuzzi era un pò più possibile, quello della piccola cosentina è un sogno durato il tempo di una finale, forse di più. E si, perchè la Forciniti ha vinto per decisione dei 3 giudici, visto che la finale e il successivo “golden score” si erano chiusi in parità. L’azzurra ha vinto, alla bandierine, il match decisivo per l’assegnazione del primo bronzo. La piccola bad girl, contro la lussemburghese Marie Muller, aveva terminato il duello in parità ma il verdetto dei giudici ha dato ragione all’italiana. Leggi il resto di questa voce

Hungaroring, trionfo di Hamilton

di Gabriele Ferruccio

Nell’ultima gara prima della sosta estiva della F.1, Lewis Hamilton si impone e tenta di riaprire il discorso Mondiale. L’inglese della McLaren si è aggiudicato la prova dell’Hungaroring e ha rosicchiato 15 punti a Fernando Alonso, quinto al traguardo dopo una gara un po’ difficile, che ha ottenuto il meglio dalla sua Ferrari, in difficoltà (ma si sapeva). Lewis ha battuto una arcigna Lotus, in particolare Kimi Raikkonen che lo ha impensierito non poco, dopo che, nella prima parte di gara era toccato a Romain Grosjean, poi finito sul podio. Quarto Sebastian Vettel con una Red Bull che invece non riesce a ritrovare il discorso vittoria. Lontano Mark Webber, che vede aumentare a 40 punti il distacco dal ferrarista. Leggi il resto di questa voce

5 medaglie in un giorno: azzurri storici alle Olimpiadi

di Gabriele Ferruccio

Campioni Olimpici nell’arco e nel fioretto femminile. 2 ori, 2 argenti, un bronzo. La prima medaglia con l’Arco a squadre, poi il tris azzurro di Di Francisca, Errigo e Vezzali. Tesconi secondo nella pistola. I nostri ragazzi sono nella storia. Lo so ancor di più per come sono arrivate le medaglie. Ma, andiamo in ordine, perchè è bello ripercorrerle con tranquillità. Partiamo dall’ Argento di Luca Tesconi nel tiro a segno. L’azzurro aveva strappato il pass della finale nella pistola ad aria compressa 10 metri arrivando quinto nella fase eliminatoria con 584 punti. L’oro nella gara di pistola 10 metri è andato al sudcoreano Jin Jongoh, con 688.2 punti, mentre Tesconi, carabiniere di Pietrasanta con la passione per la chitarra, ha ottenuto 685.8. Terzo e medaglia di bronzo è stato il serbo Andrija Zlatic (685.2).  Leggi il resto di questa voce

Matri + Krasic: la Juve batte l’Herta Berlino

di Gabriele Ferruccio

La Juve batte l’Herta Berlino, soffrendo nel finale i tedeschi, ma con merito. Da sottolineare la prova di Masi, perfetto in tutti i suoi 90 minuti. Nel primo tempo un gol di Matri, poi nel finale il raddoppio di Krasic e i tedeschi sono andati al tappeto. L’Herta parte forte: All’ 8′ Storari deve superarsi, facendo un vero e proprio miracolo, sul colpo di testa di Allagui, sul quale il portiere ex messina mette in calcio d’angolo. I tedeschi, però, cominciando il campionato la prossima settimana, fisicamente sono più avanti dei bianconeri, e mettono in mostra tutta lo loro corsa. Leggi il resto di questa voce

Inter, buona prova a Glasgow: 1-1

di Gabriele Ferruccio

La squadra di Stramaccioni, alla sua ultima amichevole, pareggia col Celtic, passando in svantaggio e pareggiando, con Palacio, a 2′ dalla fine. E’ finita 1-1: scozzesi avanti con Commons nel finale di primo tempo, nel finale una prodezza dell’argentino ha riequilibrato il match. Poca Inter nella prima frazione di gioco, dove si registra solamente il il gol dei biancoverdi, che, da quest’anno saranno l’unica squadra di Glasgow. Nel secondo tempo, invece, la squadra nerazzurra, anche con sostituzioni e forze fresche, si rifà sotto e al 62′  Sneijder sfiora il pari. Il Celtic non vuole perdere davanti al suo pubblico, così Handanovic si deve far trovare pronto su un tiro di Commons. L’Inter però fa la gara, in svantaggio ma con tanta voglia. Al minuto 83 Milito sfiora il pari, mancando il pallone per pochi centimetri davanti alla linea di porta. Ma, al 89′ viene premiato il forcing finale dell’Inter, con un bel gol di Palacio che fa quasi tap in nella porta degli scozzesi. Risultato a parte, bella prova dei nerazzuri, che a 5 giorni dal preliminare dimostrano una buona condizione.